L’attività di cura è concentrata su una precisa e rapida diagnosi (piede neuropatico – piede ischemico – piede infetto), nonché all’esecuzione di interventi di:

– Terapia medica

terapia antibiotica mirata e aggressiva per via parenterale, che tenga conto dei parametri epato-renali, e medicazioni avanzate localmente;

terapia con i Prostanoidi prima e dopo la rivascolarizzazione, o nell’impossibilità di effettuarla.

– Terapia chirurgica

rivascolarizzazione efficace nel ripristinare un adeguato flusso ematico al piede;

chirurgia amputativa minore, anche d’urgenza quando necessario, delle parti gangrenose o infette con risparmio di una parte del piede la più ampia possibile.

BROCHURE INFORMATIVA